Retrospettiva giornata educanet² «e²change» 2015

La 9a edizione della giornata annuale educanet² del 27 maggio 2015 ha ripetuto il successo della manifestazione dell'anno passato: oltre 200 esperti di ogni parte del Paese, partendo da numerosi input e presentazioni, hanno composto il loro programma personale, adeguato agli attuali progetti e temi della loro scuola. Alla fine della giornata i partecipanti erano accomunati da una convinzione: educanet² come piattaforma d'apprendimento è utile sia per confronto all'interno della scuola sia per l'educazione in rete a livello nazionale. L'utilizzo di una piattaforma d'apprendimento offre una soluzione per il collegamento in rete di tutti i soggetti interessati all'integrazione del computer e di Internet nella scuola e nell'insegnamento.

L'accento sulla gestione delle conoscenze

I tempi in cui gli insegnanti dominavano solitari le loro classi sono passati da un pezzo. Da tempo ormai gli insegnanti sono abituati a lavorare in team, insegnare insieme, scambiarsi idee e materiali, partecipare insieme a manifestazioni come e²change ecc. Il motto della giornata e il tema della conferenza principale si riferiscono proprio a questa circostanza La "gestione delle conoscenze" descrive come trasformare le informazioni in competenze (pratiche) e come stimolare e sostenere questo processo.

Nel suo intervento la relatrice prof.ssa Bernadette Charlier dell'università di Friburgo ha spiegato quali condizioni quadro favoriscono un confronto vivace e duraturo e quali modelli sono stati sviluppati a questo scopo. Il team della Gewerblich-Industrielle Berufsschule Bern (gibb) ha illustrato in modo chiaro come questo istituto di formazione abbia intrapreso la strada verso un'organizzazione di apprendimento. I due input hanno dimostrato come i nuovi mezzi di comunicazione rappresentino una condizione indispensabile. Per il successo della gestione delle conoscenze, però, è determinante comprendere come motivare alla partecipazione attiva le persone coinvolte nel confronto, ognuna con la propria storia. L'oggetto della relazione principale è stato proprio l'esistenza di approcci per lo sviluppo delle istituzioni.

A queste relazioni si sono aggiunti gli input delle scuole che hanno presentato esempi tratti dalla loro attività scolastica quotidiana, riscontrando grande interesse tra i partecipanti. Tutto ciò ha dimostrano chiaramente che una piattaforma come educanet² all'interno della classe, di un team e di un istituto di formazione fornisce una buona base per collegare i membri a spazi di lavoro e strumenti comuni.

Comunità educanet² attiva

La gestione delle conoscenze non è stato solo il tema centrale dell'evento, l'intera giornata si è svolta all'insegna di questo argomento: le informazioni dei relatori sono state messe a disposizione già prima della conferenza, offrendo anche la possibilità di contattare direttamente i referenti.

Durante l'evento i partecipanti sono stati invitati a mettersi in contatto tra loro per trovare nuovi interlocutori interessanti.  Nel corso della giornata i 29 input complessivi sono stati allestiti da relatrici e relatori molto competenti che hanno condiviso le loro esperienze e le loro conoscenze su vari argomenti e settori.  Loro e tutti gli altri partecipanti impegnati forniscono un contributo decisivo affinché educanet² si sviluppi in modo costante in una vivace comunità di apprendimento.

Il nuovo settore COMUNITÀ, che collega gli insegnanti di circa 3800 scuole e istituzioni, rappresenta un'opportunità per l'ulteriore messa in rete di insegnanti, responsabili ICT e amministratori e². educanet2.ch/community

educanet² mette in rete il settore educativo svizzero

Circa 200 rappresentanti di ASP, servizi specializzati in ICT, dipartimenti dell'istruzione, amministratori di istituzioni e² e direzioni scolastiche di tutte le regioni linguistiche della Svizzera hanno colto l'occasione dell'incontro per apprendere cose nuove, condividere esperienze e discutere di temi attuali.

Spesso i problemi che devono essere affrontati quotidianamente dai responsabili ICT sono gli stessi: quale ruolo deve assumere educanet² nella realtà scolastica? Come è possibile integrare obbligatoriamente le ICT nella realtà scolastica? Come favorire le competenze ICT degli insegnanti? In tutte queste questioni educanet² continuerà a occupare un ruolo centrale, come chiaramente confermato nella presentazione della strategia di educa.ch.

Documenti, contributi del blog e forum su «e²change 2015» sono disponibili nel  gruppo e²change della COMUNITÀ (login e² necessario)

Registrazione della conferenza principale

Prof. Bernadette Charlier (Centre Didactique Universitaire de Fribourg) / GIBB-Team (Berne)