Quali considerazioni fare prima di iniziare?

Informazione

La piattaforma educanet² per l’insegnamento e l’apprendimento cesserà l’attività alla fine dell’anno 2020. È ancora possibile iscriversi, tuttavia prendete nota che la piattaforma potrà venir utilizzata al più tardi fino al 31 dicembre 2020.
Ulteriori informazioni sulla cessazione delle attività

Durante la pianificazione dell'introduzione di educanet ²  nell'organizzazione dell'istituto vale la pena dare una risposta alle seguenti domande (indagando, se necessario), descrivendo quanto succede:

  • Come comunichiamo attualmente (internamente ed esternamente), ad esempio attraverso degli albi, un sito web, email, ecc ?
  • Studenti, docenti, genitori dispongono già di un indirizzo E-Mail scolastico?
  • Vi sono regole esistenti/restrizioni riguardo alla comunicazione?
  • Come siamo organizzati? Dove mettiamo i documenti che devono essere condivisi all'interno di gruppi diversi (verbali di direzione, formularistica per i docenti, comunicazioni per i genitori, ecc)?
  • Chi si occupa di gestire questi documenti?
  • Esiste un sistema di inventario e riservazione dei materiali condivisi (beamers, portatili, apparecchi fotografici, casse della sabbia ecc)?
  • I docenti si organizzano in gruppi? Condividono materiali didattici?
  • Proponiamo progetti di sede, progetti interdisciplinari, attività comuni tra allievi di diverse classi?
  • Di che infrastruttura ICT disponiamo nella nostra scuola e come è distribuita?
  • Quanti docenti usano le nuove tecnologie per insegnare? Che cosa fanno?

Una volta descritta la situazione attuale, bisogna decidere che ruolo dovrà avere educanet² e che bisogni soddisfare, attraverso alcune riflessioni:

  • Quale aspetto esistente (organizzativo o didattico) che abbiamo descritto potremmo ottimizzare, rendere più efficace con gli strumenti a disposizione in educanet²?
  • Quali obiettivi organizzativi e didattici vogliamo raggiungere con l'introduzione di educanet² presso la nostra scuola?
  • Quali risorse si hanno a disposizione? Chi amministrerà (definizione degli utenti, classi e gruppi/assegnazione delle autorizzazioni) la piattaforma e quanto tempo a disposizione avrà? Sarà retribuito? In che modo? Le risorse sono sufficienti per raggiungere gli obiettivi prefissati od occore un aggiustamento?
  • Gli obiettivi sono raggiungibili, in quanto tempo? Dare delle priorità e definire le tappe fondamentali (milestones)?
  • Chi gestirà la comunicazione di sede e la documentazione digitale attraverso educanet² (se previsto)? Avrà bisogno di formazione e quanto tempo dovrà dedicare alla mansione? Come sarà retribuito/compensato?
  • Quali docenti lavoreranno in educanet² per scopi personali? Quanti vorrenno lavorare con le loro classi? Avranno bisogno di formazione?

Implementazione in istituti piuttosto grandi

Grandi scuole, associazioni, istituzioni con reparti semi-autonomi (con dipartimenti/divisioni/uffici)

Vi sono due strade per affrontare il progetto:

  • Un'unica istituzione
    Tutti (dirigenti, impiegati, insegnanti, studenti) sono membri della stessa istituzione. Essi vengono mappati e raggruppati secondo diversi criteri. Le autorizzazioni deveono essere studiate a tavolino con attenzione.
  • Un'istituzione di riferimento, abbinata ad altre istituzioni
    Con questa soluzione si possono mantenere separati ambienti di lavoro separati molto diversi tra loro, con degli amministratori educanet² di sede delegati. ognuno viene inserito in un'unica istituzione, ma potrà essere connesso ad altre istituzioni/altri raggruppamenti delle altre istituzioni quando necessario.

Implementazione successiva per nuovi progetti

Un esempio di come procedere in caso di nuove richieste